coltivando

“Scusi per l’orto? quarto piano a sinistra”

Un grande terrazzo che da Bovisa guarda Milano, i tetti delle case di ringhiera in primo piano e sullo sfondo il nuovo quartiere di Porta Nuova, che da questo punto di vista appare più umano e integrato nel tessuto urbano.

E’ quello di Rossella, ortista di Coltivando, che da qualche anno lo ha trasformato in un orto rigoglioso in cui produce frutta e verdura a “metri0”.

Vasi e fioriere? Anche, ma non solo! Le fragole crescono nelle bottiglie appese al muro, una torre di cassette in legno ospita le insalate, pronte per essere tagliate e mangiate, i pomodori si arrampicano sulla grondaia.

Nonostante l’estate quest’anno non sembri intenzionata ad arrivare, il poco sole riverbera sulla facciata della casa facendo maturare la frutta e la verdura, che paragonata con quella di Coltivando, è in anticipo di almeno un mese.

 

10338318_10202074685528658_5045701633460381224_n

rexsfdg10169301_10202074683928618_3945062527165014845_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’idea di trasformare balconi e terrazzi in piccoli spazi produttivi in questi ultimi anni sta diventando sempre più comune, non più annaffiare e fare manutenzione per una bella fioriera rigogliosa, bensì la possibilità di godersi il terrazzo mangiando un’insalata appena raccolta.

 

 

Ma quanto è impegnativo? Molto meno di quanto si possa immaginare, una volta partiti con qualche vaso, un po’ di semi e qualche piantina in primavera, si tratta di dedicare qualche minuto al giorno ad annaffiare, in alternativa si può installare un semplice impianto di irrigazione a goccia come quello che ha Rossella, che oltre a far risparmiare tempo, riduce i consumi d’acqua irrigando in maniera mirata ogni pianta rispetto alle sue necessità.

Il resto del tempo necessario è quello che va dedicato al raccolto e nel week end per mettere a dimora qualche nuova pianta o predisporre qualche supporto per le piante rampicanti.

ydfhx

redxffothbhyuo 5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Più si va avanti a coltivare e più il terrazzo diventa stretto, per questo iniziano a comparire contenitori appesi, e strutture per la coltivazione “verticale.

 

Che cosa si coltiva al quarto piano? Quest’anno Rossella produce zucchine, zucche di Hokkaido (con cui si prepara un ottima marmellata!) pomodorini ciliegina, pomodori cuore di bue, fagiolini, sedano, basilico, patate, melanzane, shiso (pianta orticola e medicinale tipica di Cina, Giappone e Corea), fragole, piselli, fave e nasturzi edibili, nella parte di frutteto pensile invece troviamo susine, limoni, ribes, uva-spina e fichi.

Non male per un orto di 20mq!

10255629_10201872029982396_2014404900827513337_n

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: